Sostenere l’araldica non costa nulla

In questo periodo i contribuenti italiani hanno la possibilità di indicare nella propria dichiarazione dei redditi un ente di volontariato e/o di ricerca cui destinare il 5 x 1000 delle tasse che versano allo Stato Italiano. Tra le numerose opzioni che si possono considerare vi è anche quella di destinare tale contributo alla ricerca storico-araldica.

Infatti nell’elenco degli enti fra cui è possibile scegliere vi è anche quest’anno il Centro Studi Araldici (CESA). I fondi ricevuti in questo modo dal CESA saranno destinati a finanziarne l’attività ed in particolare a sostenere il Premio di laurea Scudo d’Oro, che promuove ed incentiva lo studio e la ricerca araldica negli atenei italiani, attraverso la stampa dell’elaborato premiato ogni anno ed all’assegnazione di un premio di 1.000,00 euro al suo autore.

Due volumi editi dal Centro Studi Araldici: “ Stemmario Carpani” (con i fregi della copertina in blu) e “L’araldica ai tempi di Cosimi III de’ Medici” (con i fregi della copertina in bordeaux)

Un modo concreto dunque per incentivare gli studi accademici in campo araldico e in generale per sostenere il lavoro di ricerca e divulgazione del Centro Studi Araldici. Chi è intenzionato ad usufruire di tale opportunità dovrà semplicemente riportare il codice fiscale del Centro Studi Araldici (che è 95059840124) nell’apposito spazio (il primo riquadro della sezione destinata specificatamente al 5 X 1000) presente sul proprio modulo (CUD, UNICO o 730) e apporre la propria firma nel box indicato.


IL CENTRO STUDI ARALDICI

Stemma Centro Studi Araldici

Il Centro Studi Araldici (CESA) è un’associazione di utilità sociale senza scopo di lucro creata con atto notarile pubblico, che è impegnata nella salvaguardia e nella promozione di una delle discipline più peculiari della nostra tradizione culturale: l‘araldica.

L’attività dell’ente è incentrata su una significativa serie di iniziative che a carattere gratuito consentono un facile approccio alla materia da parte del più ampio pubblico possibile, quali:

Stemmario Italiano, la più vasta raccolta on line di stemmi familiari italiani consultabili dal pubblico liberamente e gratuitamente (www.stemmario.it);

Gran Premio Scudo d’Oro“, prestigioso riconoscimento volto a premiare, valorizzare ed incoraggiare l’impegno in ambito araldico nelle sue diverse forme;
oltre ad altre proposte, sempre improntate alla divulgazione e caratterizzate dalla gratuità.

Notiziario Araldico, il primo ed unico quotidiano al mondo ad occuparsi esclusivamente di araldica e delle discipline documentarie della storia.

Rapporto Nazionale sullo Stato dell’Araldica in Italia” che annualmente monitora presenza ed incisività dell’araldica nel contesto sociale italiano;

Gazzettino Araldico, la news letter gratuita, con periodicità semestrale;

Araldica On Line il primo storico portale dedicato alla materia (http://araldicaonline.centrostudiaraldici.org);

Il Centro Studi Araldici ha inoltre realizzato una serie di servizi inediti che costituiscono un contributo di assoluto rilievo storico alla ricerca araldica, quale ad esempio la soluzione digitale che consente di risalire al casato d’appartenenza partendo dalla conoscenza della sola immagine dello scudo; si tratta della soluzione ad una problematica che ha afflitto gli studiosi della materia per più di nove secoli. Un contributo epocale per lo studio di questa disciplina.

Per maggiori dettagli: Centro Studi Araldici
.

Leggi anche: Gran Premio Scudo d’Oro 2020 – Premio di laurea a Sofia Locatelli; Proroga per il premio di laurea

5x1000
Con il 5×1000 sostenere l’araldica non costa nulla
25 Maggio 2021
Redazione

Cerca nel sito

Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV