La storia e la fine dei Templari quel “venerdi13”

Con un comunicato Morena Concari ha annunciato la pubblicazione di un suo nuovo libro dedicato ai templari nel quale l’autrice propone una rilettura della vicenda storica dei Cavalieri Templari e una nuova lettura filosofica mistica degli accadimenti, per “una visione differente di ciò che fu l’Ordine e la sua violenta scomparsa”.

«Ho scritto questo libro» afferma Morena Concari, autore della – La storia e la fine dei Templari quel “venerdi13” «per dare una spiegazione di ciò che accadde attraverso i fatti storicamente raccontati ma con una visione differente della storia.
Non tutto è stato celato, Io non credo che i fatti, purtroppo poco e scarsamente documentati per volere, negligenza o segretezza, diano il quadro reale di ciò che avvenne. Forse è proprio questo che crea l’alone di mistero intorno a questo Ordine Cavalleresco. Cosa si cela realmente dietro la loro scomparsa? Quale terribile “segreto” difese con tale accanimento fino ad immolare la propria vita Jacques de Molay? …».
La ricerca della verità, ha portato alla luce, in una sorta di “scavo archeologico letterario”, quella che è da considerarsi una pagina oscura della vita dell’Ordine, volontariamente consegnata alla storia in modo ignobile e falso. Quest’opera pertanto, vuole restituire nuova luce e verità a quanto fino ad oggi è stato volutamente occultato.
Il rogo della Senna, insieme al Maestro Jacques de Molay e al Precettore di Normandia Geoffrey de Charnay, arse il sogno stesso dei Poveri Cavalieri di Cristo e del Tempio di Salomone.
Sono passati 710 anni e quel rogo ancora brucia.
Ma non sono le fiamme di vendetta di cui parlano alcuni storici, alimentando la leggenda della maledizione, che de Molay avrebbe lanciato contro Filippo IV il Bello e Clemente V suo complice (Stato e Chiesa).
Sono fiamme che, così come lambirono i corpi dei due frati, infiammano ancora i cuori e le menti alla ricerca della verità sui Templari.
Quella verità probabilmente scomoda e fastidiosa da ammettere, così difficile da “digerire” e forse cosi incredibilmente straordinaria.
Forse la conoscenza di ciò che avvenne veramente distrugge la storia che tutti conosciamo e che fu scritta dai poteri forti per sottomettere le masse ai propri voleri.
È difficile pensare che non esistano documenti scritti mentre a mio parere è più veritiero credere che tutti questi documenti siano stati distrutti o nascosti talmente bene da non essere rinvenuti.
Prova ne è per esempio l’originale pergamena di Chinon che nel settembre del 2001, Barbara Frale, trovò nell’Archivio Segreto Vaticano.
Si credeva perduta da 700 anni ma invece era stata catalogata (guarda caso) in modo “improprio”.
È innegabile a mio giudizio, che c’è molto di più aldilà dell’apparenza di questo ordine e la conferma è data dagli innumerevoli e appassionati studiosi che si sono succeduti negli anni nella ricerca della verità.
È questo “di più” che li rende immortali
.


Scheda biografica
Morena Concari

Concari

Morena Concari è nata a Milano il 21 Aprile 1959, anche se da qualche anno risiede a Monteverdi Marittimo, in provincia di Pisa.

Per anni ha svolto funzioni di direzione amministrativa e finanziaria occupandosi anche di risorse umane, in un’importante multinazionale estera.

Appassionata di arte contemporanea e di viaggi.

Nel 2019 si accosta allo studio della storia templare e nel 2020 entra nell’Ordine dei Cavalieri Templari del Principato di Monaco con il gradi di Cavaliere. Nel 2021 con il Gran Priore d’Italia fonda l’Ordine dei Cavalieri Templari di Gerusalemme Italia con sede in Monteverdi Marittimo.

Nel 2022 pubblica in proprio “La storia e la fine dei Templari quel “venerdi13”“.
.

Scheda di approfondimento
L’Ordine del Tempio e neoteplarismo

L’Ordine del Tempio (Pauperes commilitones Christi Templique Salomonis, “Poveri soldati di Cristo e del Tempio di Salomone”), fu un ordine monastico-cavalleresco cattolico fondato attorno al 1119, la cui storia si intreccia con quella delle Crociate.

Nel 1307 il re di Francia, Filippo il Bello (1268-1314), avviò un processo contro l’Ordine che portò alla sua soppressione (ma secondo alcuni recenti studi forse solo ad una sospensione) nel 1312 da parte di papa Clemente V (1260-1314).

Dopo la soppressione, l’Ordine sopravvisse per qualche decennio fuori della Francia, ma al più tardi agli inizi del secolo XV i templari sono completamente scomparsi. La tesi di una loro prosecuzione segreta è stata denunciata da specialisti di storia medievale quali Régine Pernoud (1909-1998) come “completamente demenziale” e legata a pretese e leggende “uniformemente sciocche” (I Templari, trad. it. Effedieffe, Milano, 1993, p.11)
L’idea che i templari, ufficialmente soppressi, avessero continuato clandestinamente la loro attività fino al Settecento, si diffonde anzitutto nella massoneria francese e tedesca. (Fonte CESNUR)

Nessun gruppo templare oggi è riconosciuto dalla Chiesa Cattolica (si veda la “Precisazione della Segreteria di Stato Vaticana“), nè le loro eventuali decorazioni sono autorizzabili all’uso dal Ministero della Difesa (Elenco decorazioni ammesse dal Ministero della Difesa), o sono state sino ad ora autorizzate dal Ministero degli Esteri o riconosciute dall’ICOC (Commissione Internazionale e Permanente suglio Ordini Cavallereschi).
.

Scheda di approfondimento
Gli ordini cavallereschi in Italia

Ordini Cavallereschi

Il conferimento e l’uso di titoli e decorazioni cavalleresche in Italia è disciplinato dagli articoli 7 e 8 della legge n. 178 del 3 marzo 1951, i quali in sintesi stabiliscono che in Italia sono LIBERAMENTE UTILIZZABILI i titoli e le decorazioni:

1) degli ordini cavallereschi nazionali (Ordine Militare d’Italia, Ordine della “Stella d’Italia”, Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”, Ordine Cavalleresco “Al Merito del lavoro”, Ordine di Vittorio Veneto)
2) degli ordini cavallereschi della Santa Sede (Ordine dello Speron d’Oro, Ordine Piano, Ordine di San Gregorio Magno e Ordine di San Silvestro Papa), e dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro
3) del Sovrano Militare Ordine di Malta

Sono invece SOGGETTE AD AUTORIZZAZIONE da parte del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro per gli affari esteri, le decorazioni ed i titoli degli “Ordini non nazionali o di Stati esteri”.
Circa l’interpretazioni di quali possano essere considerati “ordini non nazionali“, molto si è discusso, e la dottrina attuale ha portato ad identificarli negli ordini cavallereschi dinastici.
Un elenco degli Ordini non nazionali o di Stati esteri le cui decorazioni almeno in alcuni casi siano state sino ad oggi autorizzate, è stato stilato dall’Ministero dell’Interno.

Gli articoli di legge anzidetti vietano il conferimento di onorificenze, decorazioni e distinzioni cavalleresche, con qualsiasi forma e denominazione, da parte di enti, associazioni o privati, e specificano che le relative sanzioni siano applicabili anche quando tali conferimenti siano avvenuti all’estero.

Doverosamente va evidenziato come vi siano anche ordini cavallereschi del tutto legittimi, le cui decorazioni però lo stato italiano non ha ancora avuto occasione di autorizzare, oppure vi siano ordini cavallereschi di cui le decorazioni in Italia non vengono autorizzate, per ragioni di opportunità politica (come l’Ordine supremo della Santissima Annunziata, o l’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro). Assume dunque particolare rilevanza l’elenco degli ordini cavallereschi valutati legittimi dall’ICOC (Commissione Internazionale permanente per lo studio degli Ordini Cavallereschi – International Commission for Orders of Chivalry), istituzione internazionale privata, che ha redatto un apposito Registro.
.

Articoli correlati: Festival Internazionale dei Templari

copertina
La copertina de “La storia e la fine dei Templari quel “venerdi13”” di Morena Concari
19 Dicembre 2022
Raffaele Coppola

Cerca negli articoli

Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV