Ordini della Casa Imperiale Giustinianea Heracliana di Costantinopoli a Peschiera Borromeo

Sabato 21 maggio, alle ore 11.00, presso la chiesa dei Santi Cosma e Damiano di Mirazzano di Peschiera Borromeo, in provincia di Milano, si celebrerà la festa liturgica dei Santi Imperatori Costantino ed Elena Isoapostoli.

Nell’occasione la segreteria della “Casa Imperiale Giustinianea Heracliana Tomassini Paternò Leopardi di Costantinopoli (sotto la Protezione Spirituale della Santa Chiesa Ortodossa)” comunica che si procederà alla benedizione e consegna delle insegne cavalleresche degli Ordini della Casa Imperiale Giustinianea Heracliana di Costantinopoli, ovvero dell’ Ordine Nobiliare della Corona Heracliana e dell’Ordine Militare della Guardia d’Onore di Santa Sophia.

La cerimonia – a cui interverranno sacerdoti cattolici, ortodossi e melkiti – sarà preceduta da un’allocuzione storico simbolica del prof. Giacomo Prati, sul tema: “Preghiera Ecumenica per la Pace fra i popoli e le nazioni, e la unità dei Cristiani“.

L’evento – prosegue la nota della segreteria della Casa Imperiale – “sarà presieduto da LLAAII i Principi Ezra e Donna Maddalena Foscari Widman Rezzonico Tomassini Paternò Leopardi e Piero Caputo Tomassini Paternò Leopardi, con SE il Conte Cesare Vernarecci di Fossombrone dei Principi d’Anjou della Verna. Presenti i delegati esteri: Padre Don Carlos Braun (Isola di Rodi), Armin Glötzl (Germania) e Capitano Apostolo Zarkadas (Grecia)”.

A conclusione dell’appuntamento un pranzo sociale benefico nella limitrofa antica trattoria del castello (quota di partecipazione 60,00€ con prenotazione obbligatoria).

ALBO D’ONORE DEGLI INSIGINITI 2022

Ordine Corporativo dei Mastri della Casa Imperiale
Gabriella Fabiani
Luca Gismani
Daniele Meli
Carlo Pellegrino

Ordine Militare della Guardia d’Onore di Santa Sophia
Dott. Bruno Badò
Luigi Barone
Luca Bennati
Sergio Brenna
Salvatore Camporeale
Giovanni Chieppa
Aparecida De Silva
Maestro Angelo Fiore
Giudice Salvatore Franzoso
Giulio Fratini
Prof. Lorenzo Giolli
Stefano Loglisi
Ing. Domenico Muzzupappa
Gran Uff Corrado Paoletti
Umberto Passeri
Marcello Pratticò
Daniela Saniota
Annarita Santoro
Mario Sciortino

Ordine Nobiliare della Corona Heracliana di Costantinopoli
Gianluca Bandini
Nobile Mandilosani Maya Bubashvili Aznauri
Avv. Leonardo Ferrara
Alessandro Fratini
Padre Luca Grazzani (Sacerdote Cattolico)
Anna Iuculano Ottaiano
Moiza Kadunc Kastelic
Maestro Giuseppe Lanzetta
Raffaello Matraia
Nobile Prof. Marco Matucci Cerinic Di Brac
Padre Geronimo Mirabili (Sacerdote Cattolico)
Dott. Medico Dino Pampari
Prof. Giacomo Prati
Donna Elionora Prevedoni Guerra
Agostino Rossi
Nobile Luca Tedeschi Di Carbonara
Donna Gabriella Tornabuoni

Gran Commenda dei Santi Giovanni e Lazzaro di Gerusalemme
SE Antonino Iuculano

Per informazioni:

Segreteria generale: archiviostoricoleopardi@gmail.com


Scheda di approfondimento
Ordini della Casa Imperiale Giustinianea Heracliana di Costantinopoli

medaglie

Gli ordini cavallereschi che fanno capo alla Casa Imperiale Giustinianea Heracliana di Costantinopoli, o comunque da essa rivendicati, non godono ancora di studi approfonditi realizzati da ricercatori indipendenti, e dunque le informazioni su di essi sono limitate. Di seguito riportiamo le presentazioni che degli stessi sono fornite dalla segreteria della Casa Imperiale Giustinianea Heracliana di Costantinopoli.

Si tratta di Ordini Cavallereschi cristiani ecumenici, non nazionali ma di diritto internazionale, sistemi premiali privati, di legittima e storica collazione della famiglia Tomassini Paternò Leopardi, sotto l’alta protezione spirituale della Santa Chiesa Ortodossa, Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli.

Ordine Corporativo dei Mastri della Casa Imperiale
Non vi sono al momento informazioni di approfondimento.

Ordine Militare della Guardia d’Onore di Santa Sophia
Ordine di Merito. Patrimonio familiare ereditario della Casa Leopardi di Costantinopoli-Tomasi-Tomassini-Paternò. Croce di Merito istituita il 29 maggio 1953, nel 500° Anniversario della caduta di Costantinopoli.

Ordine Nobiliare della Corona Heracliana di Costantinopoli
Ordine Dinastico di Merito. Patrimonio familiare ereditario della Casa Leopardi di Costantinopoli-Tomasi-Tomassini-Paternò.
La Croce Eracliana fu istituita nel 1800 da Giovanni-Battista-Tomassini-Paternò-Fracasso-Biancalana (1779-1872), quale Croce di Merito, per rinnovare la Medaglia Eracliana che era stata istituita nel 1763.

Ordine Imperiale di San Costantino il Grande
Ordine dinastico ereditario, patrimonio familiare della Casa Leopardi di Costantinopoli-Tomasi-Tomassini-Paternò. E’ il più prestigioso ed antico degli Ordni del Casato ed è conferito in numero limitato (max 50 Cavalieri viventi). Come analoghi Ordini si richiama all’antica Milizia Sacra costituita dall’Imperatore Romano Costantino I, ma non ha relazione diretta con rami dell’Ordine Costantiniano ascrivibili ad altre Case dinastiche.

Gran Commenda dei Santi Giovanni e Lazzaro di Gerusalemme
La Gran Commenda dei Santi Giovanni e Lazzaro di Gerusalemme è una legittima confraternita cavalleresca cristiana ecumenica, internazionale autonoma e capitolare, sotto la simbolica e storica protezione temporale della Casa Imperiale Tomassini Paternò Leopardi di Costantinopoli (Dinastia Giustinianea Heracliana riconosciuta ufficialmente della Unione della Nobiltà Bizantina e dal Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli) e quella spirituale della Chiesa Ortodossa Siriaca (Patriarcato di Antiochia).
Il sodalizio nasce dalla volontà di un gruppo di vecchi gentiluomini, cavalieri ospitalieri crociati, guidati dal Marchese Don Carlos Berger Edle Helbing di Siebenbrunn e Koenigsfele, e dalla conseguente fusione di diverse commende internazionali, dedicate a San Giovanni e a San Lazzaro di Gerusalemme, che avevano già goduto della simbolica protezione temporale di SAI il Principe Don Hugo Josè, zio materno e predecessore dell’attuale Capo di Nome e d’Armi, il Principe Ezra (nato Conte Foscari Widmann Rezzonico).
Nel 2019, il capitolo generale mondiale delle dame e dei cavalieri della costituita Gran Commenda, su proposta del Marchese Berger, con l’approvazione di SAI il Principe Ezra e la benedizione del Patriarca Siriaco di Antiochia e del Vescovo Siriaco di Gerusalemme, ha eletto Gran Priore a vita, il Conte Matteo Priori di Letino.

Sito Internet istituzionale Casa Imperiale Giustinianea Heracliana di Costantinopoli
.

Scheda di approfondimento
Gli ordini cavallereschi in Italia

Ordini Cavallereschi

Il conferimento e l’uso di titoli e decorazioni cavalleresche in Italia è disciplinato dagli articoli 7 e 8 della legge n. 178 del 3 marzo 1951, i quali in sintesi stabiliscono che in Italia sono LIBERAMENTE UTILIZZABILI i titoli e le decorazioni:

1) degli ordini cavallereschi nazionali (Ordine Militare d’Italia, Ordine della “Stella d’Italia”, Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”, Ordine Cavalleresco “Al Merito del lavoro”, Ordine di Vittorio Veneto)
2) degli ordini cavallereschi della Santa Sede (Ordine dello Speron d’Oro, Ordine Piano, Ordine di San Gregorio Magno e Ordine di San Silvestro Papa), e dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro
3) del Sovrano Militare Ordine di Malta

Sono invece SOGGETTE AD AUTORIZZAZIONE da parte del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro per gli affari esteri, le decorazioni ed i titoli degli “Ordini non nazionali o di Stati esteri”.
Circa l’interpretazioni di quali possano essere considerati “ordini non nazionali“, molto si è discusso, e la dottrina attuale ha portato ad identificarli negli ordini cavallereschi dinastici.
Un elenco degli Ordini non nazionali o di Stati esteri le cui decorazioni almeno in alcuni casi siano state sino ad oggi autorizzate, è stato stilato dall’Ministero dell’Interno.

Gli articoli di legge anzidetti vietano il conferimento di onorificenze, decorazioni e distinzioni cavalleresche, con qualsiasi forma e denominazione, da parte di enti, associazioni o privati, e specificano che le relative sanzioni siano applicabili anche quando tali conferimenti siano avvenuti all’estero.

Doverosamente va evidenziato come vi siano anche ordini cavallereschi del tutto legittimi, le cui decorazioni però lo stato italiano non ha ancora avuto occasione di autorizzare, oppure vi siano ordini cavallereschi di cui le decorazioni in Italia non vengono autorizzate, per ragioni di opportunità politica (come l’Ordine supremo della Santissima Annunziata, o l’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro). Assume dunque particolare rilevanza l’elenco degli ordini cavallereschi valutati legittimi dall’ICOC (Commissione Internazionale permanente per lo studio degli Ordini Cavallereschi – International Commission for Orders of Chivalry), istituzione internazionale privata, che ha redatto un apposito Registro.
.

Articoli correlati: Fondazione Archivio Storico Leopardi e Coronavirus

medaglie
Decorazioni degli Ordini della Casa Imperiale Giustinianea Heracliana di Costantinopoli
20 Maggio 2022
Giovanni Moneta

Cerca negli articoli

Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV