Artisti e committenti a Pisa

Sarà presentato il prossimo venerdì 22 ottobre presso l’Auditorium di Palazzo Blu a Pisa il volume curato da Vittoria Camelliti: “Artisti e committenti a Pisa – Storie di stemmi, immagini, devozioni e potere“, uscito lo scorso anno per i caratteri di Edizioni ETS.

L’evento che avrà luogo alle 17.30, vedrà l’intervento di Stefano Bruni (Università di Ferrara), di Marco Collareta (Università di Pisa), Alessandro Savorelli (Académie Internationale d’Héraldique), Piera Orvietani (Presidente degli Amici dei Musei e Monumenti Pisani).

Con questo lavoro l’autrice si interroga sul perché le opere d’arte medievali siano così spesso corredate di stemmi, su quale funzione avessero le insegne di personaggi, famiglie, istituzioni così diffusamente riprodotte, di quali messaggi siano portatrici queste immagini ancora oggi sovente trascurate, o oggetto di interpretazioni talora prive di agganci con la realtà storica. Il libro dunque cerca di analizzare, attraverso una serie di casi esemplari, la produzione artistica e la committenza a Pisa negli anni che vanno dal XIII al XV secolo, sia quella di ambito più strettamente privato, sia quella pubblica, cercando di ricostruire la vivacità e la coralità di accenti che caratterizzano il panorama culturale della città in un periodo cruciale della vicenda plurisecolare di Pisa.

Scheda di presentazione dell’evento


Scheda di approfondimento
Vittoria Camelliti

Camelliti

SSi è laureata a Pisa in Conservazione dei Beni Culturali nel 2004, ha conseguito il dottorato di Ricerca in Storia dell’Arte presso l’Università di Udine nel 2010 dove è stata anche Cultrice della Materia (2010-2016), ha ottenuto l’Abilitazione Scientifica Nazionale all’insegnamento universitario (II Fascia) in Storia dell’Arte nel 2020.

Esperta di iconografia medievale, nell’ambito delle sue ricerche si è interessata alla devozione civica dei santi e alle forme della comunicazione politica attraverso le immagini e l’araldica.
Autrice di numerosi saggi, ha partecipato nel 2013 alla realizzazione della mostra sull’arte civica a Firenze intitolata Dal Giglio al David (Firenze, Galleria dell’Accademia).

In ambito araldico si segnala il suo contributo “La “Sant’Orsola che salva Pisa dalle acque” del Museo di San Matteo e altri dipinti del Trecento pisano“, in “L’arme segreta”, a cura di M. Ferrari (Firenze, Le Lettere 2015) e di recente ha pubblicato un libro dedicato al rapporto tra araldica e arte a Pisa: “Artisti e committenti a Pisa. XII-XV secolo. Storie di stemmi, immagini devozione e potere” (Pisa, ETS 2020).

Contributi, studi e pubblicazioni: Academia.edu
.

Articoli correlati: A ciascuno il suo “segno”

Copertina
Copertina del volume curato da Vittoria Camelliti per Edizioni ETS “Artisti e committenti a Pisa – Storie di stemmi, immagini, devozioni e potere”
12 Ottobre 2021
Raffaele Coppola

Cerca nel sito

Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV