Investiture SMOC in Lombardia e Piemonte

Si è svolta Venerdì 25 Giugno presso la Parrocchia di Santa Maria Assunta in Salussola (BI) la cerimonia delle Investiture dei nuovi Cavalieri e Dame della Delegazione Piemonte e Valle d’Aosta dell’Ordine Costantiniano (Francia).
Il Sacro rito è stato presieduto da S.E. Reverendissima Mons. Roberto Farinella, Vescovo di Biella, che ha più volte lodato l’operato dell’ Ordine, supportato dai Cavalieri ecclesiastici della delegazione.
Dopo la benedizione dei diplomi impartita da parte dell’eminente Vescovo, il Delegato Conte Marco Aurelio Galateri di Genola ha ufficialmente insignito i nuovi Cavalieri e Dame, tra cui citiamo le nomine a Cavaliere di Gran Croce di Merito per il Generale Direttore Capo del Personale Mario Fine (comandante del Corpo Militare A.c.i.s.m.o.m.) e il Cav. di Gran Croce OMRI Gino Gronchi, Presidente Nazionale Emerito dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco.
Subito dopo il conferimento dei diplomi di nomina, il Delegato Vicario Cav. Nicolò Papurello ha consegnato la Medaglia di Benemerenza ad alcune persone che si sono distinte per il supporto alla Delegazione e ha introdotto la consegna di una medaglia di Benemerenza di Bronzo ai capicorso della Scuola di Applicazione dell’Esercito di Torino, avvenuta per mano dei rappresentanti provinciali. Si tratta di una iniziativa svolta d’intesa con il Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale e sotto l’egida del Comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, Generale di Divisione Salvatore Cuoci.
Nella stessa occasione, è stata conferita una Medaglia di Benemerenza in Argento al Colonnello Matteo Rizzitelli, Comandante dei Corsi della Scuola di Applicazione e al Colonnello Gianluca Figus, Comandante del 5° Reggimento Artiglieria Terrestre “Superga”.

Alla cerimonia hanno partecipato numerose autorità civili e militari provenienti da tutto il Piemonte, inclusi numerosi sindaci di comuni del territorio, il Delegato dell’ Ordine di Malta Emanuele di Rovasenda del Melle di Ceresole di Palermo, il Caporaggruppamento Cisom Piemonte e Valle d’Aosta, il dottor Ilario Ziliotto, il Tenente Colonnello Giosuè Tortorella, Comandante dei Corsi di Cavalleria della Scuola di Applicazione di Torino, oltre al Presidente di Assicurazioni Generali e dell’Istituto Italiano di Tecnologia, Gabriele Galateri di Genola, Cavaliere Grande Ufficiale di Giustizia.

A seguire, in serata si è svolta una cena di gala presso il Resort Cascina Era di Sandigliano, momento di aggregazione che ha visto coinvolti i membri dell’Ordine e i simpatizzanti, svolto anche questo nel pieno rispetto della vigente normativa anti-covid.

Foto di gruppo
Foto SMOC: I nuovi cavalieri e le nuove dame della delegazione Piemonte-Valle d’Aosta dell’Ordine Costantiniano (Francia)

Sabato 26 giugno a Milano, nella cornice della splendida basilica paleocristiana di Sant’Eustorgio, si è svolta la cerimonia delle Investiture della delegazione Lombardia per l’Ordine Costantiniano (Francia).
La celebrazione, nel rispetto delle attuali norme di sicurezza sanitaria, è stata presieduta da Sua Ecc. Rev.ma Mons. Domenico Sigalini, Vescovo emerito di Palestrina, assistito dal Priore della Lombardia mons. Arnaldo Morandi, Grand’Ufficiale di Grazia Ecclesiastico e da don Paolo Villa, Commendatore di Grazia Ecclesiastico che ha funto da cerimoniere per la S. Messa in rito ambrosiano. Il Vescovo ha benedetto le Insegne costantiniane per incarico del Gran Priore, mentre il Delegato Vicario Nob. Dott. Giuseppe Rizzani, Commendatore di Giustizia, ha, subito dopo, consegnato a Mons. Sigalini il diploma di Cavaliere di Gran Croce di Grazia Ecclesiastico, categoria riservata ai Vescovi, procedendo poi all’accoglimento dei nuovi Cavalieri e Dame, consegnando loro il Diploma di nomina. Hanno ricevuto l’investitura numerosi Cavalieri e Dame, tra cui 3 ecclesiastici, oltre a varie promozioni e al conferimento del Cavalierato del Reale Ordine di Francesco I. Molto suggestiva è stata la consegna di benemerenze ai cadetti più meritevoli della Scuola Militare Teulie di Milano, che hanno preso parte alla cerimonia in alta uniforme comandati dai loro superiori. Dopo le investiture, il Vescovo ha assunto i paramenti sacri per la celebrazione dell’Eucaristia, iniziata con una solenne processione introitale, accompagnato dai Cavalieri di Grazia Ecclesiatici in abito corale, mentre la scola intonava il solenne “Tu es Sacerdos”. Il Priore ha ricordato a tutti la possibilità di lucrare l’Indulgenza Plenaria speciale concessa da Papa Francesco all’Ordine Costantiniano soprattutto in occasione delle Investiture.
Presenti Autorità Ecclesiastiche, Civili e Militari, tra le personalità: S.A.I.R. l’Arciduca Martino d’ Austria, Bali Gran Croce di Giustizia e membro della Reale Deputazione, S.A.R. Il Principe Serge de Yugoslavie, nipote dell’ultimo Re d’Italia, Gran Croce di Giustizia, S. E. Alfonso Ceballos-Escalera y Gila Duca di Ostuni e Marchese della Floresta Grande di Spagna, Gran Croce di Giustizia Delegato Vicario della delegazione Spagna, il Nob. Prof. Avv. Franco Ciufo Gran Croce di Grazia e Delegato per l’Abruzzo-Molise.
Personalità di rilievo insignite:
Sen. Gabriele Albertini Cav. di Gran Croce di Merito, Gen. Mario Terrasi Cav. Gr. Mag. in Obbedienza S.M.O.M. Grand’Ufficiale di Merito, Daniela Javarone, esponente della Milano Culturale e Benefica, Dama di Commenda di Merito, Dr. Marco Zibardi presidente dell’Associazione Decorati Pontifici della Diocesi di Milano e collaboratore della Prefettura della Casa Pontificia, Commendatore di Merito. Erano presenti le Rappresentanze del Sovrano Militare Ordine di Malta e degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, del Portogallo e Pontifici.
Il Nobile Dott. Giuseppe Rizzani nei saluti e ringraziamenti ha manifestato particolare riconoscenza a Mons. Gianni Zappa, Parroco delle parrocchie di San Marco, San Simpliciano, Santa Maria Incoronata e San Bartolomeo e Decano del Centro Storico di Milano e a Don Luca Camisana Parroco di San Giorgio al Palazzo, di San Lorenzo alle Colonne e Sant’Eustorgio, per la generosa accoglienza e amichevole disponibilità. Vivo apprezzamento è stato espresso per il coro della cappella musicale San Cipriano, corale costantiniana, che ha ottimamente condecorato il rito delle investiture e la Santa Messa, con la magistrale direzione del maestro Alessio Lucchini che ha eseguito per l’occasione un bellissimo inno a San Giorgio da lui stesso composto. Un doveroso e sentito ringraziamento al Segretario Cav. Uff. Maurizio Mirandola e allo Staff della Segreteria per l’encomiabile piano organizzativo.
La Delegazione della Lombardia intrattiene da tempo rapporti di collaborazione con varie realtà associative assistenziali, dando la precedenza alle Caritas Diocesane, il mondo carcerario, sanitario, dormitori, mense e la Croce Rossa Italiana con cui esiste un protocollo nazionale di collaborazione. La solenne celebrazione ha costituito una scelta di impegno per i nuovi Cavalieri e Dame ed una importante occasione di rinnovamento delle promesse dell’investitura per tutti i presenti che potrebbe riassumersi nelle parole del Vescovo celebrante: “La Croce di Cristo, per i Cavalieri dell’Ordine Costantiniano rappresenta il vero tesoro prezioso da custodire, testimoniare, donare e glorificare nella Carità”.
Al termine della cerimonia è seguito un pranzo serale all’interno dell’ex chiostro attiguo alla basilica di Sant’Eustorgio.

Foto di gruppo
Foto SMOC: I nuovi cavalieri e le nuove dame della Delegazione Lombardia dell’Ordine Costantiniano (Francia)

Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (SMOC)

Croce costantiniana

Il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio è un ordine equestre dinastico.

Secondo una tradizione leggendaria l’ordine fu fondato dall’imperatore Costantino il Grande nel 312 d.C., dopo la vittoriosa battaglia di ponte Milvio, che gli sarebbe stata propiziata dall’utilizzo come insegna e vessillo, del simbolo cristiano della X e della P sovrapposte (le iniziali di Cristo in greco) come da indicazione ricevuta in visione alla vigilia dello scontro armato. In conseguenza di ciò l’imperatore avrebbe affidato ai primi cavalieri il compito di ricordare l’evento e difendere il cristianesimo.

Le prime tracce documentali certe risalgono però alla fine del 1500, quando con una “breve” papa Giulio III ha riconosciuto la dignità di Gran Maestro dell’ordine ad Andrea Angelo Flavio Comneno. Il gran magistero dell’ordine passò poi ai Farnese con Francesco Farnese nel 1697. Passaggio importante fu poi quello del 1718, quando papa Clemente XI con una “bolla” ne riconobbe la natura dinastica in capo ai Farnese indicando due condizioni essenziali all’assunzione del Gran Magistero e cioè, essere discendenti dei Farnese ed essere duchi di Parma e Piacenza.

Nel 1731 morì senza eredi Antonio Farnese, ultimo duca di Parma, creando le premesse che hanno portato oggi l’ordine ad essere diviso in tre diversi rami.
Alla morte di Antonio Farnese dunque, il Gran Magistero, insieme al ducato, passò al cugino Carlo di Borbone, che sarebbe poi divenuto re di Napoli, ed infine re di Spagna con il nome di Carlo III, il quale assumendo il trono di Spagna lasciò la titolarità del ducato di Parma, ma non il gran magistero dell’ordine.
Carlo di Borbone asceso al trono di Spagna nel 1759 trasmise dunque corona di Napoli e gran magistero costantiniano al suo terzogenito Ferdinando Borbone Due Sicilie.
Il passaggio fu confermato nel 1763 da un “monitorio” di papa Clemente XIII.

Il Sacro Angelico Imperiale Ordine costantiniano di San Giorgio
Successivamente l’autonomia politica del Ducato di Parma fu ripristinata con l’assegnazione – da parte del Congresso di Vienna – del trono ducale a Maria Luisa d’Asburgo-Lorena (o Maria Luigia di Parma), che pur non essendo una discendente farnesiana, in quanto duchessa di Parma, ritenne di ripristinare l’Ordine Costantiniano “parmense” nel 1816.
Si crearono così due ordini omonimi.
A Maria Luisa d’Asburgo-Lorena succedettero i Borbone-Parma, che conservano il gran magistero di questo ordine costantiniano tutt’oggi, con la denominazione di “Sacro Angelico Imperiale Ordine costantiniano di San Giorgio”.
Lo SMOC “parmense” attualmente riconosce come Gran Maestro Sua Altezza Reale Carlo Saverio di Borbone Parma, principe di Borbone di Parma, in carica dal 2010.

Nel frattempo il gran magistero costantiniano dell’ordine trapiantato a Napoli ha continuato a godere del riconoscimento papale e ad essere tramandato all’interno della dinastia Borbone Due Sicilie sino ai nostri giorni.
Nel 1960 però si è aperta una disputa dinastico-successoria tra Alfonso Maria Borbone Due Sicilie (per il ramo cosiddetto spagnolo) e Ranieri Borbone Due Sicilie (per il ramo cosiddetto francese) che interessa sia il ruolo di Capo della Capo della Real Casa delle Due Sicilie (e dunque di Pretendente al Trono delle Due Sicilie) sia il gran magistero degli ordini dinastici del casato, fra cui l’ordine costantiniano.
Tale contenzioso ha portato ad avere due rami separati e distinti del medesimo ordine, uno genericamente indicato come “spagnolo” ed uno come “francese”.

Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Spagna
Lo SMOC “spagnolo” riconosce oggi come Gran Maestro Don Pedro de Borbon y Orlean duca di Calabria, conte di Caserta, in carica dal 2015.

Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Francia
Lo SMOC “francese” riconosce oggi come Gran Maestro Carlo di Borbone Due Sicilie, duca di Castro, in carica dal 2008.
Quest’ultimo ramo gode dello status consultivo del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite a New York, Ginevra e Vienna.

In tutte e tre le sue declinazioni l’Ordine Costantiniano, è riconosciuto dallo Stato Italiano come “ordine dinastico non nazionale” legittimamente conferibile, ed il suo uso sul territorio italiano è autorizzabile a domanda dal Ministero degli affari esteri.
.

Articoli correlati: Investiture SMOC a Montebelluna

Decorazione dell’Ordine di San Giorgio
20 Luglio 2021
Redazione

Cerca nel sito

Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV