Terre del Reno presto al voto per scegliere il proprio stemma

Il comune di Terre del Reno è stato istituito il 1º gennaio 2017 dalla fusione dei comuni di Mirabello e Sant’Agostino, a seguito di un referendum consultivo tra i cittadini.

stemma comune mirabello
Disegno di Massimo Ghirardi per Araldica Civica: Stemma del Comune di Mirabello; per l’emblema il portale araldico riporta la seguente blasonatura: ““D’azzurro a un viale al naturale alberato di due filari di pioppi di verde. Sotto lo scudo, su lista d’azzurro con le estremità bifide, il motto “Ovrare in concordia””.

Ebbene ora il quotidiano “La Nuova Ferrara” anticipa che ancora una volta saranno i cittadini della neocostituita istituzione locale a scegliere il proprio nuovo stemma, scegliendo tra tre bozzetti predisposti dal noto araldista Marco Foppoli che per realizzarli ha svolto anche uno studio storico sui due emblemi precedentemente in uso ai due comuni ora uniti nella nuova unità amministrativa.

Sempre secondo quanto riportato dal quotidiano locale, la scelta tra i tre bozzetti avverrà on line, sul sito del Comune e sulla pagina Facebook del medesimo ente, e prevede che per ognuno di essi vi sia anche una nota esplicativa curata dallo stesso Foppoli.

stemma comune sant agostino
Stemma del Comune di Sant’Agostino reperito da Araldica Civica; per questo emblema proprio Foppoli nel volume da lui curato “Stemmario della Regione Emilia-Romagna” ha presentato una blasonatura degna di particolare attenzione: “Troncato: nel 1° campo di cielo, al libro dalle sacre scritture aperto d’argento con effigiato, a piena pagina di destra, un cuore infiammato di rosso (ordine Agostiniano), seguito, su quella a sinistra, da una grafia di nero; il libro è timbrato da una mitra vescovile d’oro con ricamata una croce d’argento, le infule, svolazzanti in fascia d’argento con bordi e frange d’oro, ognuna adorna, in ricamo, da una crocetta del medesimo; l’insieme è accollato da una croce processionale trifogliata posta in banda d’oro e da una pastorale in sbarra del medesimo con il ricciolo volto a sinistra, passati in croce di S. Andrea; il tutto sormonta una giogaia di montagne d’azzurro, movente dai fianchi dello scudo e dal tratto della troncatura ed attraversata, sulla destra, da 4 pioppi appressati di verde, fuoriuscenti dalla partizione; nel 2° di verde al fiume Reno in raffigurazione allegorica di un vecchio ignudo di carnagione, parzialmente coperto di un manto di rosso, caricato con il busto in maestà, le gambe allungate ed incrociate, crinito e barbuto d’argento, la testa cinta da una corona fogliata di verde, vista di prospetto ed attraversante la partizione e la giogaia di montagne; la vegliarda figura è compiuta da tre anfore di coccio caricate e versanti acque, il tutto al naturale; la prima anfora è trattenuta dalla mano destra e posata sul ginocchio destro ed imbellita da uno scudo recante l’arma gentilizia dei Lambertini (d’oro, a tre pali di rosso), la seconda anfora è riversa tra i piedi e la terza funge da appoggio all’avambraccio sinistro; al piano d’argento, carico di una stella a sei raggi d’oro”.

Se l’iniziativa in se non appare isolata nel panorama dei Comuni italiani che si cimentano nell’impresa della scelta di un nuovo stemma civico, è invece inusuale che in tale scelta vengano coinvolti anche i bambini delle locali scuole comunali, cui – si annuncia – verrà consegnato un apposito modulo per permettere loro di partecipare alla selezione.

Una volta individuato il bozzetto più apprezzato dalla cittadinanza, sarà approntata la documentazione da inoltrare all’Ufficio Araldico presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, per ottenere la necessaria Concessione del Presidente della Repubblica.

Per leggere l’articolo: La Nuova Ferrara

Articoli correlati: Uno stemma per il Comune di Riva del PO

Foto Marco Foppoli
Marco Foppoli
29 Marzo 2021
Redazione

Cerca nel sito

Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV