L’Ordine della Vittoria

Georgy Manaev ha ricostruito per il giornale on line Russia Beyond la storia dell’Ordine della Vittoria, l’onoreficenza sovietica più alta e prestigiosa nelle intenzioni di Stalin che la ideò, per premiare i comandanti militari che avessero conseguito le vittorie più significative contro i nazifascisti.

Concepito per essere tributato a 30 personalità, vide la coniazione di sole 22 decorazioni, di cui peraltro 3 non furono mai assegnate.

Proprio la decorazione dell’Ordine è il punto di partenza dell’indagine di Maneav, non solo per il suo valore morale, per la sua rarità, o per la sua bellezza, ma per il suo valore intrinseco, infatti – ci riferisce Manaev – per ciascuna decorazione dell’Ordine, furono utilizzati 180 diamanti, 5 grandi rubini artificiali, 300 grammi di platino e viti d’argento, materiali preziosi per lo più provenienti dal tesoro dei Romanov, incamerato dall’Unione Sovietica, il che farebbe di questa decorazione l’onoreficienza cavalleresca più costosa al mondo, il cui valore è stimato in almeno 20 milioni di dollari.

Per approfondire la storia dell’Ordine, conoscere i nomi dei decorati e l’ubicazione di tali preziosi insegne: Russia Beyond

Articoli correlati: Il nuovo Gran Maestro nell’Ordine del Santo Seplocro

.

La decorazione dell’Ordine della Vittoria

25 Maggio 2020
Raffaele Coppola

Cerca nel sito

Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV