Letti per voi: Stemmario di Barga e del suo territorio

Riportiamo di seguito una presentazione dettagliata di “Stemmario di Barga e del suo territorio”, che gentilmente l’autore ci ha inviato.

Il 13 aprile 2018 abbiamo già avuto modo di presentare brevemente il lavoro di Francesco Boni de Nobili, che ora abbiamo anche potuto consultare e di cui riportiamo una recensione più ampia.

L’autore
Francesco Boni de Nobili, laurea in Scienze politiche, vive a Pordenone; scrittore poliedrico (ha scritto anche per la televisione), appassionato della ricerca storica, ha al suo attivo diversi testi araldici quali il “Blasonario della Garfagnana” (2007), il “Blasonario di Spilimbergo” (2013), la revisione per “Il Gazzettino” del “Libro d’argento delle famiglie venete” di Giovanni Dolcetti col titolo “Famiglie e cognomi veneti e friulani” (2014), che gli è valso anche il “Gran Premio Scudo d’Oro”, e lo “Stemmario di Pordenone” (2019).

Contenuto
Il volume censisce ed elabora in maniera critica, le testimonianze araldiche del territorio di Barga, oggi in provincia di Lucca.

Struttura
La pubblicazione è aperta dall’indicazione delle abbreviazioni adottate, dall’introduzione, dalla presentazione di alcuni basilari elementi di araldica, dai ringraziamenti e dalle avvertenze.

La prima parte dell’opera fornisce poi uno stemmario di Barga, suddiviso in quattro parti: gli stemmi della dominante Firenze (ivi compresi gli emblemi medicei), un’analisi approfondita dello stemma cittadino, gli stemmi dei feudatari e gli stemmi delle famiglie di Barga e del suo territorio.

La seconda parte del volume è costituita invece da un inventario fotografico delle testimonianze araldiche del territorio in esame, partendo dai manufatti rinvenuti in città, a loro volta organizzati in cinque gruppi: araldica a Barga, armi non identificate, atrio del Palazzo Comunale, emblemi religiosi e Palazzo con la loggetta del Podestà; dalla città si passa quindi al censimento dei reperti rilevati nel circondario, ordinati in base alla località presso cui sono stati rinvenuti. Per ciascun emblema è riportata l’immagine fotografica realizzata dall’autore, la blasonatura, il nome della famiglia, l’epoca di attribuzione del manufatto, e l’indicazione dell’ubicazione.

A chiudere il lavoro un appendice con l’elenco dei podestà e vicari fiorentini a Barga, la bibliografia e gli indici.

Caratteristiche
Il volumetto interamente a colori, agile per dimensioni, pratico per formato, di buona qualità tipografica, si presenta con una grafica molto semplice, anche se non sempre del tutto lineare e funzionale.

Una distribuzione del materiale troppo articolata non aiuta la comprensione e la consultazione dell’opera, un limite però abbondantemente compensato dal suo principale pregio, ossia il ruolo centrale che il lavoro assegna alle fonti primarie, ricercate e studiate con scrupolo dall’autore, con il merito di aver immortalato, e dunque preservato per le future generazioni, preziose e spesso ignote testimonianze araldiche.

Stemmario di Barga e del suo territorio, di Francesco Boni de Nobili, 2018, formato 21,5 x 28 cm, 141 pagine, copertina morbida, interamente a colori, 42,17 euro.

Acquistabile su: Amazon

Articoli correlati: Lo stemmario di Barga e del suo territorio

.

La copertina del volume

20 maggio 2020
Raffaele Coppola

Cerca nel sito

Calendario Eventi

Luglio 2020
LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
« PrecedenteSuccessivo »
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV