Com’è nato il signor Rossi?

Quest’anno al festival “èStoria” di Gorizia il tema principale è «Famiglie». Oggi è difficile pensare al concetto di famiglia senza pensare anche al cognome, che della famiglia è uno strumento identificativo. Ma per quanto sia strano da immaginare il cognome è uno «strumento identificativo» che si è sviluppato in un preciso momento storico. Come il Comune, gli occhiali, il formato del libro, le cattedrali e l’aratro a versorio il cognome è una invenzione medioevale. Ne ha parlato il giornalista Matteo Sacchi – sul Giornale – con Franco Crevatin, linguista esperto di culture neolatine, che a “èStoria” ha dialogato con Roberto Bizzocchi nell’incontro: Mille anni di cognomi.

<Il cognome è la risposta ad una precisa esigenza di tutte le società. Identificare le persone – ha detto Crevatin -I latini lo facevano usando un nome personale, ad esempio Marco, il nome della gens, il così detto gentilizio, ad esempio Tullio, e poi un soprannome come Cicerone. In una società ristretta che potremmo definire faccia a faccia, di norma, basta un nome a cui segua un soprannome identificato. In un villaggio tutti sapevano chi fosse Marco il Rosso, o Marco il figlio di Piero. Se poi ci si spostava magari il soprannome cambiava o diventava un soprannome geografico>.

<Poi nei primi secoli dopo l’anno Mille iniziò a esserci bisogno di un sistema di identificazione più preciso delle famiglie e delle discendenze. Negli atti notarili o nei registri delle parrocchie questi soprannomi o patronimici si stabilizzarono e diventarono gli attuali cognomi. Il meccanismo diventò ancora più stabile quando il Concilio di Trento, a metà del Cinquecento, rese costante e obbligatoria la registrazione dei parrocchiani>.

<Dentro ai cognomi c’è di tutto: dal patronimico modificato al cognome nato da una caratteristica fisica o da una professione. Quindi un modello unico non c’è. E poi bisogna tener conto che nel corso del tempo i cognomi si modificano. Le faccio un esempio, il cognome Agazzoni è una modifica del più antico Uguzzoni che sta per discendenti di Ugo>.

<Il cognome Rossi deriva chiaramente dal colore dei capelli. È un modo molto facile per identificare qualcuno. Ecco perché è così diffuso>.

Per leggere l’articolo completo: ilGiornale

Articoli correlati: La lunga storia dei cognomi degli italiani

 

Esempio di albero genealogico

 

 

 

31 maggio 2019
Adriana Morlacchi

Cerca nel sito

Calendario Eventi

Agosto 2019
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
« PrecedenteSuccessivo »
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV