Nuovo cold case risolto grazie alla genealogia genetica

Un mozzicone di sigaretta conduce al presunto assassino che 26 anni fa uccise Audrey Hoellein. A condurre le indagini la polizia di Vancouver, Washington, appena al di fuori di Portland. Negli anni alcuni sospettati furono scagionati perchè il loro DNA non corrispondeva a quello lasciato sulla scena del crimine.

Ma nel 2018, la polizia ha raggiunto il DNA lab Parabon dove è stato creato il profilo dell’assassino.

Attraverso una nuova tecnica di genealogia genetica, i funzionari ora sono in grado di prelevare il DNA lasciato sulla scena del crimine e confrontarlo con gli alberi genealogici volontariamente pubblicati dalle famiglie sui database online.

Quando il presunto assassino è stato arrestato, la famiglia ha aggiunto che spera che la genealogia genetica “possa essere utilizzata sempre di più per far ottenere giustizia alle famiglie americane che l’aspettano da anni”.

Articoli correlati: Un altro cold case risolto grazie alla genealogia

 

Genealogia

Esempio di albero genealogico

16 maggio 2019
Adriana Morlacchi

Cerca nel sito

Calendario Eventi

Settembre 2019
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      
« PrecedenteSuccessivo »
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV