Capitolo Generale dei Cavalieri di casa Borbone Parma

Venerdì 29 e sabato 30 settembre, si è tenuto nei territori dello storico Ducato di Parma, l’annuale Capitolo Generale dei Cavalieri di casa Borbone Parma, iniziativa fortemente voluta dalla Reale e Ducale Casa di Borbone Parma per rinnovare il legame con il territorio un tempo facente parte del piccolo ma glorioso ducato nel quale i loro avi regnarono.

Nel corso della annuale visita a Parma sono stati effettuati i conferimenti delle onorificenze degli Ordini Dinastici della Casa di Borbone Parma. In particolare il giorno venerdì 29 settembre si è svolta la Santa Messa, nella Basilica Magistrale Costantiniana di Santa Maria della Steccata, celebrata da S.E. Mons. Enrico Solmi Vescovo di Parma e Gran Priore del Sacro Angelico Imperiale Ordine Costantiniano di San Giorgio. Successivamente alla Santa Messa, nel Coro della Basilica è stato celebrato il Capitolo Generale dei Cavalieri.

Nel corso del Capitolo Generale dei Cavalieri S.A.R. Carlo Saverio di Borbone Parma, Duca di Parma e Piacenza, ha conferito alla figlia Principessa Luisa Irene il titolo di Marchesa di Castell’Arquato e all’altra figlia, Principessa Cecilia Maria il titolo di Contessa di Berceto. Questi titoli, come ha tenuto a sottolineare il capo del cerimoniale nobile avv. Guido Agosti: “Vogliono essere un segno tangibile di un legame con un territorio. I motivi che spingono i Duchi di Parma e Piacenza a questa scelta, nascono dal fatto che sentono di fare parte di questa terra e desiderano sempre di più trasmettere ai loro figli quelle che sono le loro radici, gli immutati sentimenti verso questa terra, mantenere e fare crescere un legame, che è soprattutto un rapporto fra persone e la loro storia“.
Tra i Grandi Dignitari presenti ricordiamo il nobile arch. Paolo Rinaldo Conforti Segretario Generale degli Ordini Dinastici e Titoli di onore della Real e Ducale Casa di Borbone Parma, il nob. avv. Guido Agosti Capo del Cerimoniale della Reale e Ducale Casa di Borbone Parma, il nob. dott. Emilio Villa Castiglioni Segretario particolare di S.A.R. e primo gentiluomo del Duca di Parma e Piacenza, il Marchese N.H. Don Diofebo Meli Lupi di Soragna principe di Soragna, principe del Sacro Romano Impero Gran Cancelliere e Deputato di Diritto della Delegazione dei Cavalieri, insieme al vice Gran Cancelliere Manfredi Landi di Chiavenna marchese di Chiavenna Landi, Carlo Pietro Zanardi Landi conte di Veano Cancelliere Ordine Militare di San Giorgio di Lucca, unitamente a Orazio Zanardi Landi conte di Veano presidente dell’Associazione Cavalieri Ordini Dinastici della Reale e Ducale Casa di Borbone Parma e del Consiglio Direttivo della medesima insieme al Vice Presidente della medesima associazione chiar.mo nob. prof. Gino Ferretti altresì Presidente delle Giunta Esecutiva e legale rappresentante Consiglio Generale dell’Ente Ordine Costantiniano di San Giorgio e già magnifico Rettore dell’Università di Parma.

Al termine del Capitolo Generale dei Cavalieri, nella Sacrestia Nobile della Basilica di Santa Maria della Steccata, sono stati insigniti coloro che hanno conseguito meriti personali verso la Real Casa di Borbone Parma o con la propria attività hanno dato lustro alle Comunità di Parma e Piacenza, anche in ambito internazionali nei settori dell’economia, della cultura, delle relazioni internazionali, o che hanno conseguito riconosciuti meriti a livello internazionale.  In tale occasione Sua Altezza Reale il Principe Carlo Saverio di Borbone-Parma, Duca di Parma e Piacenza, Capo della Reale e Ducale Casa di Borbone-Parma ha consegnato la Medaglia d’Oro dei Benemeriti del Principe e dello Stato all’EFSA (European Food Safety Authority, Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), con sede a Parma, consegnata al direttore Esecutivo Bernhard Url, dopo una breve ma significati cerimonia, presenti alcuni dirigenti di questo Ente europeo, a Franco Maria Ricci, patrizio genovese, celebre editore e ideatore del “Labirinto” della Masone di Fontanellato, e all’Annuario della Nobiltà Italiana, nella persona di Andrea Borella, direttore dell’Annuario della Nobiltà italiana, da vari anni commendatore del S.A.I.O. Costantiniano di San Giorgio della Real Casa dei Borbone Parma, insieme ad una nutrita rappresentanza del Comitato Scientifico dell’Annuario della Nobiltà Italiana ed al gruppo dei giovani ricercatori membri dello stesso comitato appositamente convenuti a Parma: nob. cav. gr. cr. dott. Giuseppe dei conti Rizzani, Francesco Canali nobile di Amelia, dott. Matteo Bagnati, nobile avv. Daniele Aliprandi, nobile Emanuele Bongiorno dei marchesi di Canigliari, Romolo Dodi, nobile avv. Francesco Alessi Longa insieme a molti altri amici, amiche e simpatizzanti.

Quest’ultima assegnazione è stata accompagnata dalla seguente motivazione:
Il Duca di Parma e Piacenza si è compiaciuta di conferire la Medaglia dei Benemeriti in Oro, all’Annuario della Nobiltà Italiana, in riconoscimento della elevata qualità e scientificità della pubblicazione che da sempre la contraddistingue e per gli approfonditi studi condotti sull’araldica e il diritto dinastico della Reale e Ducale Casa di Borbone Parma“.

Invece hanno ricevuto la Medaglia ai Benemeriti del Principe e dello Stato in Argento il Maestro Ugo Leoni, organista della chiesa Magistrale della Steccata, il prof. Emiliano Procucci, storico e il dott. Tommaso Maria Rossi direttore dell’Istituto Storico Lucchese di Viareggio direttore della rivista internazionale di studi borbonici “Studia Borbonica”. Hanno ricevuto la croce dell’Ordine Militare di San Giorgio il comandante tenente Luigi Pietta (II Cl.) e il Capo Squadra Protezione Civile degli Alpini Andrea Conti (III Cl.). Hanno infine ricevuto la croce del Sacro Angelico Imperiale Ordine Costantiniano di San Giorgio: Nicoletta Veroni Invernizzi della Segreteria Associazione Ordini Dinastici della Real Casa di Borbone Parma (cavaliere di I classe), il Capitano dei Carabinieri Giuseppe Fiore Comandante della Compagnia di Fidenza (cavaliere di I classe), il Colonnello dei Carabinieri Massimo Zuccher Comandate Provinciale (uscente) dei Carbinieri di Parma (commendatore), Generale di Brigata di Cavalleria Fulvio Poli Comandante della Scuola di Cavalleria e Ispettore dell’Arma di Cavalleria (commendatore), Colonnello di Cavalleria Jean Marie Moyersoen (cavaliere di I classe), Contrammiraglio Gino Mazzei Vice Capo Reparto del Reparto Informazioni e Sicurezza della Difesa (cavaliere di I classe).
Tra i gli esponenti di famiglie dell’antica aristocrazia hanno ricevuto la croce Costantiniana il nobile Paolo Luca Barbieri Marchi (cavaliere di I classe), nobile Isabelle dei conti Gigli Cervi di Mulazzano (cavaliere di I classe), nobile Camilla Conforti (cavaliere di I classe), conte Paolo Camillo Carmignani (cavaliere di I classe), conte Alessandro Gigli Cervi di Mulazzano (cavaliere di I classe), conte Roberto Bolla (cavaliere di I classe), conte Manfredo Radicati di Primeglio (cavaliere di I classe). Ha ricevuto la Medaglia della Carità Coraggiosa l’Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione di Parma.

Un momento dell’appuntamento piacentino

Il giorno seguente, sabato 30 settembre, nel corso della annuale visita a Piacenza, nella Sala dei Fasti di Elisabetta, di Palazzo Farnese in Piacenza sono stati insigniti i nuovi decorati del territorio piacentino, ed in particolare il Duca di Parma ha conferito una medaglia di benemerenza alla signora Carolina Franceschetti e le insegne di Cavalieri del Sacro Angelico Imperiale Ordine Costantiniano di San Giorgio al comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Piacenza colonnello Daniele Sanapo, alla dott.ssa Marilena Razza, vice prefetto della Prefettura di Piacenza, al dott. Stefano Vernelli dirigente della Digos della Questura di Piacenza, al dott. Salvatore Arena Questore di Piacenza, al dott. Piero Romualdo Vergante comandante della Polizia Municipale di Piacenza, al dott. Massimiliano Campomagnani vicecomandante della Polizia Municipale di Piacenza, al maresciallo maggiore dei Carabinieri Marco Orlando, alla nobile Ludovica dei conti Zanardi Landi, alla nobile Caterina dei conti Zanardi Landi, alla nobile Francesca dei conti Zanardi Landi, al conte Ubertino Landi marchese di Chiavenna, al conte Galvano Landi marchese di Chiavenna, alla nobile Maria Teresa dei conti Manfredi, al conte Francisco de Sousa Coutinho de Calheiros, al nobile Francesco Cerea, al reverendo don Emanuele Massimo Musso, all’ing. Artemio Affaticati, al dott. Angelo Ghiretti, alla dott. Maria Cristina Granelli Palmas, al dott. Attilio Offman magistrato e storico, al dott. Bruno Pavesi amministratore delegato Università Bocconi e la Medaglia “Carità Coraggiosa”, in argento, all’Associazione Nazionale Carabinieri sezione di Piacenza.

Per celebrare l’evento, Andrea Borella, direttore dell’Annuario della Nobiltà Italiana ha condotto e messo in rete, uno studio dal titolo “Conferimento della Medaglia d’Oro dei Benemeriti del Principe e dello Stato all’Annuario della Nobiltà italiana e breve storia degli Ordini cavallereschi e delle Decorazioni ancor oggi conferite e non più conferite dalla Reale e Ducale Casa di Borbone Parma”, consultabile sul sito Club Annobit

Si ringrazia l’Annuario della Nobiltà Italiana per l’autorizzazione alla pubblicazione delle fotografie pubblicate in questa pagina

Articoli correlati: Capitolo Generale dei Cavalieri di casa Borbone Parma

.

9 ottobre 2017
Redazione

Cerca nel sito

Calendario Eventi

Dicembre 2017
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
« PrecedenteSuccessivo »
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV