Furto araldico

Durante i giorni delle festività del primo maggio (a testimoniare che i malfattori non vanno mai in ferie), dalla chiesa di S. Agostino a Mondolfo (PU), sono stati trafugati due pannelli lignei intagliati e dipinti del cinquecento-seicento.

La locale sede dell’Archeoclub ha riferito al giornale Fanoinforma.it: “I due stemmi provengono dal terzo altare sul latro destro della chiesa entrando. Un altare particolarmente ricco, atto a testimoniare la potenza del casato. Vi è una tela di Claudio Ridolfi raffigurante i santi Antonio Abate e Paolo Eremita, e, in basso, vi erano i due stemmi lignei dorati, in uno raffigurante un cane legato al guinzaglio ad una quercia (chiaro riferimento alla fedeltà ai Della Rovere) in altro il nome dei Giraldi”.

I manufatti sono comunque fotografati e catalogati, aspetto questo che li rende difficilmente commerciabili, per questo i responsabili di Archeoclub nutrono speranza di poter recuperare le due opere d’arte ed hanno quindi rilevato come “ancora una volta va sottolineata l’importanza che riveste l’opera di catalogazione sistematica del patrimonio culturale italiano condotta anche dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali: fondamentale non solo per gli evidenti motivi di studio e ricerca, ma anche per quelle situazioni in cui si deve intervenire dopo emergenze, furti o atti vandalici”.

Fonte: Fanoinforma; ne ha parlato anche: Il Messaggero

Leggi anche: Le sepolture nobiliari recuperate nella chiesa di Sant’Andrea

.

Immagine da fanoinforma.it: Uno dei due pannelli trafugati

8 maggio 2013
Redazione

Cerca nel sito

Calendario Eventi

Giugno 2019
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
« PrecedenteSuccessivo »
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?

Siti Collegati

  • Banner del sito di Stemmario Italiano.
  • Banner del sito del Centro Studi Araldici.
  • Banner del sito del Araldica On Line.
  • Banner del sito Creare Stemmi
  • Banner del sito Araldica TV